Che lavoro possono fare i giovani - Testaccio@Work

MG_6311-1280x853.jpg

Che lavoro possono fare i giovani? Rispondere ad un quesito come questo è difficile e, te lo diciamo subito, le risposte che troverai non sono erga omnes. Ogni profilo ha le sue skills, le sue passioni, i suoi interessi, le cose in cui riesce meglio rispetto ad altre. Se proprio dovessimo dare una risposta secca al quesito, dovremmo rispondere: dipende dal tipo di strada che vogliono percorrere. Una volta finiti gli studi dell’obbligo è bene che i giovani si iscrivano all’università oppure che si lancino a capofitto nel mercato del lavoro? Da questa decisione dipenderà chiaramente il loro futuro. Certo è che alcune professioni necessitano di una laurea.
Pertanto, prima di indicarti alcune professioni che nell’ottica di medio termine possono rivelarsi assai spendibili sul mercato del lavoro, eccoti alcuni consigli che vale la pena seguire per fare una scelta consapevole: · Ascolta tutti, ma decidi da solo: sei maggiorenne. Informati su quali possano essere le professioni del futuro, quelle che il mercato del lavoro italiano, e non, richiedono maggiormente. I consigli degli adulti sono sempre ben accetti, ma a scrivere le pagine del tuo futuro sei tu.
· Considera sempre i tuoi punti di forza: scegli un lavoro che più si addice alle tue caratteristiche. Abilità e carattere, per forza di cosa, si rivelano importantissime: se ad esempio a scuola, nelle materie scientifiche sei sempre stato un frana, professioni come il chimico, il fisico, il biologo non fanno al caso tuo. Se sei introverso, il mondo delle vendite o quello del coaching, 99 volte su 100 non fanno per te. Se non hai uno stile di scrittura scorrevole, lascia perdere il mondo del giornalismo. Tieni conto di ciò che sai fare. Solo così, puoi decidere al meglio.
· Guardare in prospettiva, ma fino ad un certo punto: vi sono alcune professioni che in Italia, come nel resto del mondo, non finiranno mai. Molte di queste le indicheremo a breve. Tuttavia, molte andranno incontro ad un’importante evoluzione dovuta al ruolo sempre più preponderante della tecnologia. Per decidere al meglio, cerca di intuire, in uno scenario di medio termine, dai 5 ai 10 anni, cosa richiederà il mercato del lavoro, E decidi. Ad oggi, ad esempio, si sa di per certo che le professioni del mondo digitale nei prossimi anni saranno sempre più richieste.
Che lavoro possono fare i giovani?
Ecco una miriade di proposte da valutare.

1. Medico: il mestiere sicuro per antonomasia. Consideriamo che molte malattie non hanno ancora una cura, visto che le cause restano un mistero. Specializzarsi in una branca di nicchia, può rappresentare una scelta coraggiosa di quelle che alla fine paga. Le cure sanitare saranno di certo maggiormente coadiuvate da numerose apparecchiature di tipo biomedico, ma in alcun modo potranno sostituire in toto la presenza umana. A decidere quali medicine andranno somministrate ai pazienti, toccherà sempre al medico.

2. Interprete: il mondo delle traduzioni, sia in formato scritto che orale, andrà di sicuro in uno scenario di lungo periodo incontro a radicali cambiamenti. Di software, utili in questo campo, ce ne sono già a iosa. Tuttavia, i risultati prodotti non sono ancora il massimo. Il motivo? Le traduzioni risultano troppo letterarie e poco scorrevoli, perché i vari programmi, nonostante i numerosi progressi registrati nel corso degli anni, non sono ancora in grado di interpretare il contesto. Ecco il motivo per cui la figura dell’interprete anche in futuro sarà sempre più richiesta. Dando per scontato che nel mercato del lavoro, la conoscenza dell’inglese ad alti livelli è una conditio sine qua non per molti dei lavori qualificati, occorre abbinare qualche lingua in più, oltre a quella madre. Spagnolo, arabo, tedesco, russo, giapponese e cinese sono alcune delle più interessanti opzioni. Ma anche focalizzarsi su una lingua da considerare di nicchia, croato, swahili, farsi, può assicurarti ottime entrate. Se hai la possibilità, impara la lingua sul posto, frequentando all’estero corsi di lingua. Ce ne sono molti gratuiti, finanziati dai governi locali.

3. SEO / SEM specialist: aumentare il traffico di utenti sul proprio sito internet è l’obettivo di tutti gli imprenditori, visto che ad un maggior numero di visitatori corrispondono quasi sempre maggiori introiti. La sfida per il SEO / SEM specialist è molto interessante perché il settore non è abbastanza regolamentato e le aziende, pur di raggiungere i propri obiettivi, non si fanno scrupoli. Quando parlo di ottimizzazione del sito intendo, per esempio, farlo apparire nelle prime pagine di Google quando gli utenti fanno una ricerca; oppure aumentare il tempo di permanenza degli utenti sullo stesso.

4. Data Scientist: lo tsunami di dati ci travolge. Anche le persone, nel loro piccolo, hanno problemi di gestione dei dati (basta pensare al nostro archivio fotografico digitale per esempio), figuriamoci le grandi aziende con il loro big data. Cosa sono? Dati voluminosi, fondamentali per l’orientamento delle scelte manageriali di un’azienda. Il data scientist, con le sue capacità di analizzare e interpretare dati, diviene così sempre più una figura professionale centrale e quindi richiesta nel mondo aziendale. Su una cosa tutti gli analisti concordano: uno dei problemi dei prossimi decenni sarà il gap tra la scarsa offerta e l’abbondante domanda di data scientist.

5. Export Area Manager: in un mondo sempre più globalizzato, dove i confini quasi non esistono, la PMI che ha il suo raggio d’azione solo in ambito nazionale sarà già nel medio termine pura utopia. La delocalizzazione e l’interazione con clienti e fornitori di ogni angolo del mondo non costituiranno più l’eccezione, ma la regola. La figura dell’Export Area Manager, in azienda, sarà sempre più richiesta. Competenze tecniche di natura economica e conoscenza delle lingue saranno valori essenziali per i giovani che sognano di ricoprire questo incarico.

6. Infermieri, badanti e manager della terza età: l’età media, soprattutto grazie al miglioramento della qualità di vita, è drasticamente aumentata. Di conseguenza, la richiesta di persone che si prendono cura degli anziani andrà incontro a un vero e proprio boom, sia in Italia che all’estero. Infermieri e badanti con tutta probabilità vedranno un buon miglioramento anche in termini di salario. Ci saranno manager della terza età che avranno il compito di indicare nuove proposte soprattutto in termini di fitness e di alimentazione.

7. Lavori verdi: professioni volte ad ottimizzare i consumi energetici, a minimizzare gli sprechi e l’impatto ambientale giocheranno un ruolo determinante in futuro. La salvaguardia del pianeta sarà un tema ancor più dibattuto. Ergo, ecco alcuni settori che i giovani potranno considerare: industria mineraria, per via della costante ricerca di reti intelligenti; realizzazione nuovi materiali per gli edifici con l’intento di ridurre il loro impatto ambientale; sostenibilità dei trasporti; riciclaggio dei rifiuti.

8. Sarti: l’Italia è il paese della moda. Eppure, di sarti bravi se ne trovano pochi. In futuro, ci si vestirà sempre di più in modo ultra personalizzato. I capi su misura, specie nel ceto benestante, andranno per la maggiore. Ergo, impara quest’arte.

9. Idraulico, fabbro, elettricista e falegname: ogni volta che cerchi un idraulico, un fabbro, un elettricista o un falegname, non li trovi mai. Non è una frase fatta, ma specie nelle grandi città i tempi di attesa per richiedere le loro prestazioni spesso sono molto lunghi. Ergo, approfittante e impara questo mestiere che oggi solo in pochi sanno fare. Meno concorrenza sarà sinonimo di maggiore richiesta di lavoro.

10. Chef: in cucina, chef si nasce e non si diventa. E’ questa la principale teoria di molti tra gli addetti ai lavori. Vuoi per mancanza di tempo, vuoi per il maggior interesse su cosa si mangia, andare al ristorante è  sempre più frequente. Puntare sulla cucina veloce, sullo street food assai economico o sulla cucine d’élite, quella che propone un viaggio di esperienze, è una mossa azzeccata.

In conclusione, non ti resta da far altro che prenderti tutto il tempo necessario per scegliere il tipo di lavoro che più ti aggrada. E ricorda … le professioni testé indicate sono solo alcune delle possibili opzioni.


Iscriviti alla nostra Newsletter