IL PROGETTO MICRO DISTRICT - Testaccio@Work

Il progetto Micro-district, di cui il CIOFS-FP è il capofila e per cui svilupperà una rete locale, nella sua realizzazione diventerà “incubatore sociale”.
Un help-desk fornirà consulenza per job-placement, lavoro autonomo, accesso al microcredito, business plan, creazione di impresa, supporto alle start-up, marketing, progetti per cittadinanza attiva, progetti finanziari e questioni etiche.
Il progetto Micro-district intende trasformare piccole aree depresse, come le ex zone industriali o luoghi abbandonati spesso ricettacolo di attività illecite, in spazi che offrono lo sviluppo sociale, programmi di empowerment, di formazione e di collocamento mirato dei giovani a rischio di esclusione sociale.
IL CIOFS-FP ha pensato ai numeri sempre troppo alti nelle nostre città di disoccupati, di ragazzi in dispersione scolastica, di famiglie sotto il livello di povertà. Conoscendo le problematiche della città di Roma e lavorando da anni nel quartiere di Testaccio lo ha individuato come luogo adatto per sviluppare un social micro-district che possa svilupparsi partire dai servizi turistici e gastronomico alimentari.
Anche altri settori saranno coinvolti nel progetto, per esempio il settore grafico e il settore marketing, perché coopereranno per la comunicazione e la visibilità delle attività del micro-district, e per la generazione di nuove opportunità di lavoro dei giovani.
Il primo passo del micro-district saranno due laboratori incentrati sulla gastronomia e il turismo.
Il primo infatti sarà un laboratorio di prodotti alimentari artigianali. Si inizierà a produrre e distribuire tortellini con la guida di un mastro gastronomo che garantisce l’eccellenza del brevetto familiare Bertocchi.
Il secondo sarà invece un laboratorio vero e proprio di idee di eventi culturali, che impiegherà giovani a rischio di esclusione sociale, che insieme ai formatori del CIOFS FP impareranno le tecniche della comunicazione, del marketing, della creazione e realizzazione di eventi.
Grazie all’ampia rete, i giovani coinvolti saranno supportati in un processo di empowerment per orientarsi nel mercato del lavoro, entrare in contatto con altre realtà di lavoro, guadagnando più fiducia in se stessi e nelle loro capacità.
Il progetto prevede numerosi eventi culturali volti a rendere questa esperienza nota e rendere la gioventù attivamente impegnata. Il progetto vuole coinvolgere il pubblico dei residenti del quartiere di Testaccio, ma non solo, perché attraverso le reti di trasporto cittadino la zona è un crocevia per molte altre aree della città, specialmente per il versante Sud di Roma e soprattutto per tutti i turisti in passaggio nel Centro Storico.

L’obiettivo del progetto è quello di sfruttare e sviluppare servizi locali esistenti per l’integrazione lavorativa e imprenditoriale e renderli accessibili a giovani provenienti da ambienti svantaggiati.
A questo scopo il progetto attiverà una rete di istituzioni di lucro non private, pubbliche e locali, per fornire una helpdesk per sostenere opportunità economiche, formazione imprenditoriale, esperienze di lavoro, con focus strategici sempre sul settore alimentare e del turismo.
La combinazione di formazione tecnica, formazione imprenditoriale e laboratoriale favorirà il processo di empowerment dei giovani, che li renderà più indipendenti e in grado di orientarsi nel mercato del lavoro.
Inoltre, secondo l’approccio micro-district, le attività del progetto mirano a ispirare gli studenti a sviluppare capacità di impresa, soprattutto nei servizi di ristorazione e il turismo e gli eventi culturali.
I risultati vogliono essere raggiunti entro breve affinchè:
– Si sviluppi un’efficace rete locale di membri pubblici, privati e non profit, per sostenere i giovani a rischio attraverso l’inserimento lavorativo e il lavoro autonomo.
– I giovani provenienti da zone di Testaccio e dintorni migliorino l’accesso a informazioni e servizi di qualità per i posti di lavoro di collocamento e lavoro autonomo.
– Sia generate occupazione e lavoro autonomo per i giovani studenti nei settori del turismo, gastronomia e ristorazione.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter