Apprendistato - Testaccio@Work

DSC_0145_80-min-1280x767.jpg

Il CIOFS FP Lazio rende attuale nella città di Roma e nel Lazio l’esperienza di San Giovanni Bosco e Santa Maria Mazzarello nell’area della Formazione Professionale e la preparazione al lavoro.
“Era l’8 febbraio 1852. A Torino il giovane falegname Giuseppe Odasso firmava il primo contratto di “apprendizzaggio” in Italia, in carta bollata da 40 centesimi, garante don Giovanni Bosco.
Il contratto obbligava il datore di lavoro, Giuseppe Bertolino, a impiegare l’apprendista solo nel suo mestiere e non in servizi «estranei alla professione», correggendolo solo a parole senza percosse, rispettandone salute, età, capacità, riposo festivo e i doveri di allievo della casa dell’oratorio.“
Alla base del contratto l’intuizione di don Bosco: l’educazione come fattore fondamentale di trasformazione sociale.


Iscriviti alla nostra Newsletter